• Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
Article Index
Triduo Madre Fondatrice
Unità nella Chiesa
Unità Ecumenica
Offerta per l'Unità della Chiesa
Solenne Triduo a Misilmeri
All Pages

Secondo giorno: UNITA'  NELLA CHIESA

"Amatevi l'un l'altro, come io ho amato voi .
Da questo conosceranno che siete miei discepoli, se vi amerete a vicenda." (Gv. 13, 34-35)

Esposizione del Santissimo e breve adorazione

Guida:  « ... I Religiosi, animati dalla carità che lo spirito Santo infonde nei loro cuori, sempre più vivono per Cristo e per il suo Corpo che è la Chiesa. Quanto più adunque, si uniscono fervorosamente a Cristo con questa donazione di sé che abbraccia tutta la vita, tanto più si arricchisce la vitalità della Chiesa ed il suo apostolato diviene vigorosamente fecondo».  (Perfectae.Caritatis,1/C).                                                                                                                      

Celebr.:   Il Signore sia con voi

Tutti        E con il tuo spirito

Guida:    (Gv. 4, 5-26) "(Gesù) arrivò alla città di Sicar. Lì vicino c'era il campo che anticamente Giacobbe aveva dato a suo figlio Giuseppe, e c'era anche il pozzo di Giacobbe. Gesù era stanco di camminare, e si fermò seduto sul pozzo. Era circa mezzogiorno. I discepoli entrarono in città per comprare qualcosa da mangiare. Intanto una donna della Samaria viene al pozzo a prendere acqua. Gesù le dice:

Cel.:        Dammi un po' d'acqua da bere.

Guida:     Risponde la donna:

Tutti:       Perchè tu che vieni dalla Giudea chiedi da bere a me che sono samaritana?

Guida:     Gesù le dice:

Cel.         Tu non sai chi è che ti ha chiesto da bere e non sai che cosa DIO può darti per mezzo di lui. Se tu lo sapessi, saresti tu a chiederglielo, ed egli ti darebbe acqua viva.

Guida:      La donna osserva:

Tutti:         Signore, tu non hai un secchio, e il pozzo è profondo. Dove la prendi l'acqua viva?

Guida:       Gesù risponde alla donna:

Cel.:          Chiunque beve di quest'acqua avrà di nuovo sete. Invece, se uno beve dell'acqua che io gli darò, non avrà mai più sete: l'acqua che io gli darò diventerà in lui una sorgente per l'eternità...

Guida:       La donna esclama:

Tutti:         Signore, vedo che sei un profeta|! I nostri padri, samaritani, adoravano DIO su questo monte; voi in Giudea, dite che il posto per adorare DIO è

Guida:         Gesù le dice:

Cel.:            ... Viene un'ora, anzi è già venuta, in cui gli uomini adoreranno il Padre guidati dallo Spirito e dalla verità di DIO. DIO è spirito. Chi lo adora deve lasciarsi guidare dallo spirito e dalla verità di DIO.

Guida:          La donna gli risponde:

Tutti:            So che deve venire un Messia, cioè il Cristo, l'inviato di DIO. Quando verrà, ci spiegherà ogni cosa.

Cel.:             Sono io Il Messia, io che parlo con te.

Canto interlezionale:

(Sal. 41)  "L'anima mia ha sete"

LETTURA (dagli Scritti di M. A. Lalìa) Lett. 23-5-1891

«... il S. Padre accordandomi l'istituzione delle Missionarie legittime eredi di S. Caterina da Siena - non mi concederà o darà altro in ciò, che il mio anzi il puro mio. Perchè la Missione della donna gliela diede DIO stesso, in persona di Maria là nel Paradiso terrestre... perciò la donna cristiana, erede legittimissima della Immacolata Maria, in Maria si ebbe la grazia della possanza, tanto necessaria alla donna Missionaria... la donna si ebbe la Missione, e perciò la grazia di Gesù Cristo - di chiamare qual strumento missionario... lo annunziò la Samaritana quando annunziò il Messia ai suoi compaesani e li condusse a Gesù Cristo - al pozzo di Giacobbe - vero simbolo dell'indeficiente  grazia che in sé racchiudeva Cristo - perciò vero Messia».

OMELIA

Guida:   L'anima consacrata,  dopo essersi nutrita del Cibo Eucaristico, dopo essersi intimamente unita allo Spirito di DIO , è chiamata a diffondere il messaggio evangelico; la Domenicana conosce il momento contemplativo in cui Gesù le dà l'acqua viva, per andare poi a chiamare quale strumento missionario... DIO. Il suo apostolato, radicato nella preghiera, dà testimonianza a Gesù e costruisce l'unità dell'Amore nella Chiesa. Ogni anima chiamata alla vita di Consacrazione diventa così, a sua volta, voce che chiama glia altri a seguire il Cristo di DIO, Gesù. Convinti di ciò, preghiamao insieme:

Preghiera comune

Tutti:  O SPIRITO SANTO,
           che hai tracciato il meraviglioso cammino dell'anima di Maria, / degnati di ispirare a molte giovani il desiderio di seguire il Suo esempio.
           Mostra loro la bellezza di una vita interamente consacrata a DIO, / l'incomparabile felicità dell'offerta totale di sé a LUI.
           Fa' loro percepire la chiamata del Signore / e ispira la generosità di una risposta senza riserve.
           Bussa più forte al cuore di quelle che vorrebbero non ascoltarti / e rinvigorisci il coraggio di quelle che esitano.
           Fa' loro scoprire il Cristo che le invita all'intimità del Suo Amore / e l'immenso bisogno che ha il monto di anime votate alla carità.
           Per la gioia ed il servizio della Chiesa / suscita molte vergini, immagini viventi della Madonna.
           Ti preghiamo, o Vergine delle vergini, / fa' di essere sempre circondata da molte anime consacrate, / per comunicare loro la tua gioia di essere unita a Cristo.

Solenne benedizione:

"Il gran fulgor del dolce Cherubino" (canto finale)



 
Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3
Slideshow Image 4