• Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
  • Domenicane di San Sisto
Indice
Triduo Madre Fondatrice
Unità nella Chiesa
Unità Ecumenica
Offerta per l'Unità della Chiesa
Solenne Triduo a Misilmeri
Tutte le pagine

Terzo giorno: UNITA'  ECUMENICA

«... si avrà finalmente una sola dimora solidamente fondata sulla pietra angolare, Cristo Gesù...».  (Unitatis Redintegratio, 18)

Esposizione del Santissimo e breve adorazione

Guida: Raggiunta l'unità con Dio e con il Corpo Mistico di Cristo, la Chiesa, si entra nel movimento apostolico missionario vero e proprio, al fine di diffondere a tutti i popoli la «  Buona Novella » dell'Amore di DIO e della salvezza operata dalla Sua Parola. E' così attuato il comando del Maestro: «... andate, fate diventare miei discepoli tutti gli uomini del mondo...».
          Questo movimento missionario è strettamente connesso al movimento per l'unità dei credenti, affinchè «  tutti siano una cosa », come chiese Gesù al Padre suo: Io unito a loro e tu unito a me. Così potranno essere perfetti nell'unità, e il mondo potrà capire che tu mi hai mandato, e che li hai amati come hai amato me» (Gv 17,23). Quest'unità la vediamo attuata sin dalla prima Pentecoste.

LETTURA: (Atti, 2,1-7)

«Quando venne il giorno della  Pentecoste, i credenti si erano riuniti tutti insieme nello stesso luogo. All'improvviso si sentì un rumore in Cielo, come quando tira un forte vento, e riempì tutta la casa dove si trovavano. Allora videro qualcosa di simile a lingue di fuoco che si separavano e si posavano sopra ciascuno di loro. Tutti furono riempiti di Spirito Santo e si misero a parlare in altre lingue, come lo Spirito Santo concedeva loro di esprimersi. A Gerusalemme c'erano ebrei, uomini molto religiosi, venuti da tutte le parti del mondo. Appena si sentì quel rumore, si radunò una gran folla, e non sapevano che cosa pensare. Ciascuno infatti li sentiva parlare nella propria lingua, per cui erano pieni di meraviglia e di stupore...».
Canto interlezionale:

(Sal. 121)  "Rallegrati Gerusalemme"

LETTURA (dagli Scritti di M. A. Lalìa) Lett. 5-6-1892

«  ... Oggi - giorno di Pentecoste - mentre in me sussistevano le specie sacramentali della Santa Eucaristia, fui spinta a pregare per la riunione delle Chiese separate alla Santa Chiesa Cattolica, Apostolica Romana, perciò sotto la guida del nostro Santo Romano Pontefice - pregai con tutto l'animo ed effusione del mio povero spirito, mi sentii efficacemente ispirata, a votarmi tutta per l'unione delle su dette Chiese - mi fu dato a conoscere che, come la nostra Santa Madre Caterina era stata istrumento per ristabilire qui a Roma il Papato - ugualmente io fossi istrumento della santa riunione di dette Chiese dissidenti al seno materno della nostra santa Chiesa unica e sola Maestra d'infallibile verità - Io volendo secondare detta santa ispirazione - sottomessa alla santa obbedienza - mi dedico con il pensiero  con l'opera e con la preghiera al su ripetuto santissimo fine.

Perciò, sin d'ora, intendo pregare in tutti i minuti della mia vita futile, e per quanti sono i momenti dell'eternità, perchè venga presto la sospirata e santa unione di tutte le chiese sotto il regime del Pastore universale, il Santo Romano Pontefice, a tal fine e per l'adempimento di ciò - dedico me, le mie care consorelle presenti ed avvenire, tutti i miei e i Loro desideri, tutti i miei e i Loro pensieri, tutte le mie e le Loro aspirazioni, tutti i miei e i Loro sagrifizi, tutte le mie e le Loro operazioni, tutte le mie e le Loro espropriazioni, tutte  le mie e le Loro sante gioie, tutti i miei e i loro battiti di cuore - tutte le mie e le Loro sante osservanze della santa regola professata - tutti i miei e i Loro passi, tutti i miei e i Loro movimenti delle mani, degli occhi e di tutti  quanti i nostri fragili corpi. Tutto ciò ed altro intendo offrire in uno al sagratissimo cuore di Gesù e dentro l'ardentissime fiamme dello Spirito Santo, all'Ente Supremo, Lui degnasi ordinare alle dette Chiese dissidenti che vengano... in seno alla Santa Chiesa Cattolica Apostolica Romana e per essa ai sacri piedi del Sacro Romano Pontefice...

Così lo scopo di questa nascente miserabile nostra casa di S. Sisto e delle altre nostre casette fatte e da farsi - sarà l'apostolato coi sagrifizi, con l'opere e con la preghiera a prò e per la riunione delle ripetute Chiese... La nostra piccola Congregazione - però sempre soggetta al Superiore Generale del nostro Santo Ordine Domenicano, attingerà i santi doni dello Spirito Santo per essere pronta a recarsi in qualsiasi punto della terra ed affrontare il Martirio - con tutta lena e coraggio. Ho ferma speranza che, in questa nostra rozza e spregevole Congregazione, un dì vi saranno delle Suore Martiri...».

Preghiera litanica

Cel: Preghiamo DIO, Padre e Largitore di ogni bene, perchè ci conceda di vivere in pienezza la nostra vocazione contemplativa, apostolica, a servizio dei nostri fratelli ed a gloria di DIO. Preghiamo insieme e diciamo:

Rendici un cuor solo e un'anima sola

- perchè possiamo testimoniare ai nostri fratelli il Tuo Amore, che unisce gli uomini in una sola famiglia ...

- perché sappiamo attingere nella preghiera la forza di superare ogni forma di divisione ...

- perché le giovani vedano in noi quella carità gioiosa e serena, capace di accogliere tutti col cuore stesso di Cristo Signore...

- perchè molte giovani, desiderose di consacrarsi a Cristo ed alla Chiesa, si offrano a DIO per portare avanti la grande opera di evangelizzazione...

  - perchè l'intercessione della Madre Lalìa affretti sulla terra l'uniopne di tutte le Chiese e si formi « un solo ovile sotto un solo Pastore»...

Cel: O DIO misericordioso, che colmi dei tuoi beni coloro che hanno fame e sete di giustizia, ricordati di questa tua famiglia raccolta in preghiera e trasforma la nostra povertà nella ricchezza del tuo amore.
Guidaci nel nostro cammino perchè, sull'esempio della nostra santa Madre, diventiamo operatori di carità e testimoni del tuo Vangelo. Per Cristo nostro Signore.

Tutti: Amen.

Solenne benedizione:

Gloria osanna al Signore che nei Santi... (canto finale)



 
Slideshow Image 1
Slideshow Image 2
Slideshow Image 3
Slideshow Image 4